fbpx

CACAO PER GLI SPORTIVI

cacaoBuone notizie per gli amanti del cacao: mangiarlo senza sensi di colpa è una pratica sempre più verosimile. I più recenti risultati delle numerose ricerche sulle proprietà di questo alimento confermano infatti i suoi benefici, soprattutto a livello sportivo. Infatti, se da un lato il cacao previene le malattie cardiovascolari abbassando la pressione sanguigna e diminuendo il colesterolo LDL, dall’altro incrementa i mitocondri deputati alla respirazione cellulare, generando una maggiore fonte di energia in risposta allo sforzo fisico.

Cacao: prezioso alleato degli sportivi

Il cacao è una polvere estratta dai semi della pianta di cacao, chiamata Theobroma, ovvero “cibo degli dei”.  L’elevata presenza di flavanoli e magnesio del cacao influisce positivamente sull’ossigenazione di tessuti, muscoli e cervello e migliora il metabolismo degli zuccheri, che vengono trasformati subito in energia.
Facilitare la circolazione e il flusso del sangue è un elemento che favorisce e migliora la prestazione sportiva e il recupero muscolare. Il ricircolo continuo di sangue e il maggior apporto di ossigeno al muscolo, infatti, permettono una percezione minore dello sforzo e un aumento della capacita cognitiva e visiva. Grazie alle sue proprietà, il cacao ha la capacità di migliorare l’elasticità delle pareti arteriose aumentandone il diametro anche a riposo: ecco perché nella borsa di un atleta non dovrebbe mai mancare!
I benefici del cacao non riguardano soltanto gli sportivi, anzi. Esso ha anche proprietà antiossidanti ed è in grado di contrastare il processo di invecchiamento cellulare dovuto all’attività dei radicali liberi, oltre che avere un impatto positivo sull’umore. Grazie al triptofano, aminoacido precursore della serotonina – il  cosiddetto “ormone del buonumore” – aiuta a regolare i ritmi del sonno, abbassando notevolmente il  rischio di depressione e stress.

Cacao e cioccolato, simili ma diversi

Cacao non è sinonimo di cioccolato: il cacao è la polvere ottenuta dalla tostatura e macinazione dei semi della pianta dopo averli fatti essiccare, senza l’aggiunta di ingredienti; il cioccolato invece viene prodotto attraverso la successiva miscelazione della polvere di cacao con zucchero, aromi, burro di cacao e altri ingredienti facoltativi, come il latte o le nocciole.
Per usufruire appieno dei benefici del cacao, dunque, l’ideale sarebbe assumerlo puro in polvere, o diluito in un bicchiere di latte: il cacao puro preserva infatti le proprie proprietà nutrizionali e antiossidanti, mentre esse vanno via via diminuendo con l’abbassarsi della percentuale di cacao presente nel cioccolato. Per esempio, i processi di fabbricazione riducono a circa un quinto la presenza di flavanoli – sostanze naturali con proprietà di riparazione dei danni cellulari – nel cioccolato rispetto al cacao puro. Così, i flavanoli sono  più concentrati nel cioccolato amaro (>75%) rispetto a quello al latte, mentre sono del tutto assenti nel cioccolato bianco.
Il cioccolato fondente, pertanto, può essere integrato nell’alimentazione di tutti i giorni, evitando però  l’eccesso. Infatti, sebbene fornisca flavanoli, è anche ricco di zuccheri e grassi, e ha dunque un elevato  tenore calorico. Lo spuntino per lo sportivo? 20/30 grammi di cioccolato (con almeno il 60% di cacao) e frutta secca.

Se desideri avere qualche altro spunto o consigli per i tuoi allenamenti ricordati di seguirci anche su FACEBOOK e INSTAGRAM.
Ogni giorno lo staff di PT STUDIO ti farà compagnia. Buon Wellness!

About The Author

webmasterdiscount

No Comments

Leave a Reply